salta il sommario e vai ai contenuti

Sommario sezioni

salta il menu secondario e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu lingue salta il menu lingue e vai al sommario
interreg_slide01 interreg_slide02 interreg_slide03
titolo sito
salta il menu principale e vai al menu secondario
salta il percorso di navigazione e vai al sommario
salta il menu di sezione e vai al menu principale
Tipologie di progetti
salta i contenuti e vai al menu di sezione
Sul Programma Italia-Svizzera si possono presentare tre tipologie di progetti:

Progetti ordinari: si tratta di proposte puntuali, presentate da due o più beneficiari, che riguardano un’area definita e una sola misura di intervento. I progetti sono presentati in seguito all’emissione, da parte dell’Autorità di Gestione del Programma, di un invito gestito mediante una procedura a bando sempre aperto con due finestre annuali. Per la presentazione è stato predisposto un vademecum.
Vai alla sezione Presenta un progetto ordinario.

Progetti strategici: sono progetti promossi dalle Amministrazioni coinvolte nel Programma che affrontano problematiche di particolare complessità e hanno impatto su tutto il territorio frontaliero. I progetti strategici prendono il via in seguito all’identificazione da parte del Comitato di Sorveglianza delle tematiche strategiche da sviluppare e con l’insediamento dei relativi Gruppi di lavoro da parte dell’Autorità di Gestione. Il Gruppo di lavoro ha cinque mesi di tempo per sviluppare il progetto e compilare la Scheda per la domanda di contributo pubblico. In seguito i progetti strategici seguono lo stesso percorso dei progetti ordinari (presentazione, valutazione, selezione, approvazione).
Vai alla sezione Presenta un progetto strategico.

Piani Integrati Transfrontalieri: si tratta di un insieme di progetti di cooperazione (indicativamente da tre a sei) che riguardano settori e temi diversi (riferiti ad almeno due Assi del Programma), ma che hanno il comune obiettivo dello sviluppo socio economico integrato di un determinato territorio. I PIT sono individuati attraverso il coinvolgimento delle principali forze istituzionali, economiche e sociali del territorio, con l’obiettivo di ottenere una maggiore efficacia degli interventi attraverso la definizione di un piano che li renda coerenti e collegati tra di loro. Ogni progetto parte del PIT si configura operativamente come un progetto semplice e come tale consiste di azioni di cooperazione tra almeno due soggetti uno italiano e uno svizzero, riguardanti un solo obiettivo operativo.
L’iter procedurale prevede una prima manifestazione di interesse di Piani integrati transfrontalieri presentata in seguito all’emissione di un invito gestito mediante procedura a bando da parte dell’Autorità di Gestione. I partner che avranno ricevuto la notifica di approvazione della proposta procedono alla definizione dei singoli progetti componenti i PIT, con il supporto dell’Assistenza tecnica di Programma.
Vai alla sezione Presenta un PIT.